Innanzitutto complimenti per l’interesse che vi spinge a saperne di più sui Gruppi di cammino: essi rappresentano un’importante opportunità di salute e di socializzazione proposta alla comunità locale. All’interno della promozione di stili di vita salutari, il camminare rappresenta oggi uno strumento di benessere utile a fini preventivi e ricreativi. Grazie alle sue caratteristiche di spontaneità, semplicità, adattabilità ed economicità risulta infatti una forma di esercizio fruibile dalla maggior parte delle persone. Costituisce, inoltre, un elemento di punta nella lotta alla sedentarietà utilizzabile anche da parte dei medici di medicina generale. Rappresenta un’ottima occasione di sviluppo sociale.
L’articolo che state leggendo è stato pensato sia per fornire informazioni sugli aspetti generali di organizzazione e coordinamento dell’iniziativa, sia per spiegare i compiti dei conduttori volontari del gruppo (dall’inglese “Walk Leader”). I volontari sono un’effettiva risorsa per la comunità locale: coinvolgerli e motivarli è un obiettivo prioritario, specialmente in esperienze come questa. Sono infatti loro i veri protagonisti che animano dall’interno il gruppo e arricchiscono il processo dandogli tenuta e continuità.

Perché è importante camminare?
Camminare rappresenta il modo più semplice ed economico per contrastare le malattie comunemente causate da stili di vita non corretti. E’ dimostrato che sono sufficienti 30 minuti di cammino regolare al giorno per stare meglio e vivere più a lungo.

Che cos’è un Gruppo di cammino (GdC)?
Un GdC è attività motoria spontanea svolta in modo collettivo all’interno del contesto locale di appartenenza. Camminare è una forma di esercizio fisico vantaggiosa per tutte le età, in grado di migliorare la qualità della vita senza costi economici. Prendere parte a un GdC aiuta a vivere in modo più sano e a creare nuove amicizie.

Che cos’è un Walk Leader?
Walk Leader significa Capo passeggiata (CP). All’interno di un Gruppo di cammino il CP rappresenta un punto di riferimento: è il conduttore, colui che guida il GdC, conosce il percorso, contribuisce a organizzare il calendario delle uscite, accoglie i partecipanti e supervisiona la passeggiata.
Il successo di un GdC dipende dal clima familiare che s’instaura tra le persone: il compito del CP è proprio quello di creare un’atmosfera positiva, di fiducia e attenzione reciproca all’interno del gruppo.

Come funziona un gruppo di cammino?
Un GdC decide il proprio percorso in base alle preferenze dei partecipanti scegliendo la base di partenza, la cadenza settimanale e l’orario degli incontri. Nel fare questo tiene conto della sicurezza dell’itinerario e della stagione. Durante il cammino ogni persona stabilisce liberamente in base alle proprie attitudini la lunghezza del proprio tragitto e la velocità di percorrenza.

Quando e dove ci troviamo?
Tutti i mercoledì alle ore 19:30
Presso il parcheggio della chiesa di Travettore